Report of the RIVE meeting 2011 from Anna….

ANNA ON THE ROAD:

Incontro RIVE (Rete Italiana Villaggi Ecologici) a VIGNALE, VITERBO 28-31 Luglio 2011

Dopo l’eutusiasmo del GEN, come non incontrare i miei fratelli italiani?

Sentivo la necessità di conoscere cosa di unovo c’è in Italia e come poter ceare reti e cooperazioni tra le cose che sto facendo in questo periodo e le persone che come me ricercano uno stile di vita più sostenibile. Anche qui la sostenibilità è incominciata dalla scelta del mezzo, questa volta non mio, attraverso roadshearing ho contattato un ragazzo che faceva la mia stessa strada. Durante questi incontri le sorprese non finiscono mai, è bello vedere come due persone che non si conoscono e sono apparentemente diverse tra loro (lui militare e io ecovillaggista pacifista) alla fine, se tengono aperto il proprio cuore e la propria mente hanno un sacco di cose da scambiarsi in comune. Grazie ad Andrea ho imparato nuove idee su come costruire un rifugio in mezzo alla neve!

Con queste note positive sono arrivata alla RIVE (Rete Italiana Ecovillaggi Ecologici) presso il Vignale, un Ecovillaggio in costruzione in provincia di Viterbo.

La prima cosa che ho apprezzato di quest’incontro è la possibilità di farlo in realtà in via di sviluppo. Infatti attraverso il lavoro dei volontari vengono create le infrastrutture che daranno ospitalità ai partecipanti del meeting RIVE che poi, in parte rimarranno strutture permanenti dell’ Ecovillaggio. Questo da forza e aiuto concreto all’ Ecovillaggio e il costo di partecipazione si riduce, puoi fare il volontario o pagare una piccola somma..bello! Anche qui una vasta gamma di possibilità di apprendere strumenti diversi: dai colori naturali, ai bagni secchi alle costellazioni familiari, comunicazione empatica, ecologica, ed altro ancora.

Anch’io ho partecipate attivamente alla RIVE diffondendo il concetto molto interessante di “Water Landscape” che ho conosciuto a Tamera e mi sono concentrata particolarmente nella creazione di una rete tra persone del nord Italia. E’ impressionante quanta gente sta cercando le stesse cose e alle volte andiamo molto lontano quando potremmo inizialmente sviluppare sinergie locali. Ho parlato a molti partecipanti del meeting del RIVE della nostra associazione “Paradiso Ritrovato” e il nostro progetto ha suscitato interesse: molti han fatto domande ed erano curiosi e chissà, magari qualcuno ci verrà a trovare dal 16 Agosto per la preparazione dello scambio internazionale!

Al RIVE c’è chi cerca un Ecovillaggio e ci sono Ecovillaggi che cercano persone, ho notato con piacere che a fare il grande balzo (mollare la città il lavoro le sicurezze ecc…) sono sempre di più la famiglie con bambini piccoli: una volta un figlio significava aprire l’era delle sicurezze economiche, ora sembra che la tendenza sia a cercare le sicurezze altrove come ad esempio crescere un/a figlio/a in modo sostenibile. Imparare a Ridiventare grandi in modo nuovo, come l’esempio di Greta di due anni che sta portando in giro i suoi genitori a riscoprire il mondo:

www.ridiventaregrandi.blogspot.com.

ALTRE TAPPE DEL MIO VIAGGIO:

-LAGO DI BOLSENA Saviana (Zebrafarm), esperta in permacultura che insegna ad imparare dal proprio intuito, più che da tanti maestri e/o libri. Abbiamo cucinato per giorni sulla Rocket stove, un sistema efficientissimo per cucinae in beve tempo con minima combustione di legna, facilmente realizzabile e abbiamo comunicato la realizzazione di una casa in legno su uno splendido ulivo, il mio sogno, integrare la natura vivente dentro casa…

Foto della Rocket Stove

VALLE DEGLI ELFI, Avalon: E’ stato un piacere ritrovare amici conosciuti lì ed altrove. Conoscere gli orti di permacultura,  sinergici, cumuli alla tedesca e altro ancora, grazie per le dritte  e la vera esperienza sul campo! Wow! Poi che gioia rivedere Clara e attingere dalla sua saggezza di madre e esperta di parto naturale!

Avalon si sta popolando sempre più di esperti che sanno fare bene il proprio lavoro: costuzione in terra cruda, produzione di miele, permacultua, ulivi, educazione e altro ancora…

TORRI SUPERIORI, Liguria: Un ecovillaggio che integra pratiche di permacultura e sostenibilità con l’attività di ricezione. Uno splendido cumulo di case che si intersecano le une con le altre in un labirinto che sale la montagna scoscesa. E chi ci trovo? Il mio caro amico Fabrizio, incontrato per un laboratorio a Pra’D Mill a dicembre.

A Torri ho avuto anche la conferma che si può fare un bagno secco dentro casa. “E perchè fare una cosa simile?” chiedono alcuni, “Vi manca l’acqua?”. “No, di acqua ne abbiamo in abbondanza” rispondono a Torri Superiori, “ma perchè ridarla inquinata la mare, quando posso ridare “ciò che produco” nuovamete alla terra con il compost?”. Un buon esempio di come partire…dal personale.

Tra un po’ il viaggio finisce… Mi ritroverò tra le montagne del Piemonte con le mie quattro amiche del “Paradiso Ritrovato” prontissime per salpare per un altro viaggio a bordo dell’Arca di Noè!!!!!!