Paradiso Ritrovato incontra i ragazzi dell’ultimo anno di liceo.

Si è appena conclusa un’ interessante mattinata per il Paradiso Ritrovato.

Presso il liceo linguistico Pascal di Romentino due classi quinte ed una classe quarta hanno partecipato con entusiasmo alla conferenza sugli eco villaggi organizzata dall’ associazione in collaborazione con una professoressa dell’ istituto.

Circa una cinquantina di ragazzi hanno partecipato all’ incontro dimostrando molta curiosità, entusiasmo ed interesse all’ argomento. Durante l’ ora trascorsa insieme ci siamo confrontati sui diversi aspetti che definiscono un eco villaggio.

In particolare abbiamo ragionato sull’ aspetto sociale, ambientale, economico e spirituale.

Abbiamo analizzato da un punto di vista sociale la nostra società cercando di capire come l’ eco villaggio possa rispondere alle lacune presenti.

Da un punto di vista ambientale abbiamo ragionato su quali possano essere le migliori fonti energetiche, quelle che ci consentirebbero di ridurre al massimo la nostra foot print. Ciò che è emerso è che ognuno di noi dovrebbe fare la sua parte per ridurre al minimo le emissioni.

viaggiare

La miglior fonte energetica risulta dunque un incremento di consapevolezza ambientale!

Un momento dinamico, divertente ed accattivante è stato quando, aiutati da immagini, abbiamo cercato di capire e visionare i diversi materiali edili, ecologici ed alternativi che si possono utilizzare, dalle ruote delle macchine per la realizzazione di earth ships alle balle di paglia.

earthshipstraw bale house

Per concludere abbiamo parlato di viaggi e delle svariate possibilità che si possono intraprendere post diploma. Qualche ragazzo ci ha confidato il suo interesse per la sperimentazione e voglia di conoscere realtà quali gli eco villaggi.

È poi seguito un momento di orientamento e scambio di indirizzi utili.

Vogliamo personalmente ringraziare la professoressa che con passione e interesse per la questione ambientale-sociale ci ha invitate a confrontarci con i ragazzi. Consentendoci di creare momenti di riflessione e spunto su delle tematiche a noi care , come il rispetto e la cura per il pianeta sul quale viviamo.

Speriamo vivamente che questi scambi di opinioni in ambito scolastico possano diffondersi a macchia d ‘olio per stimolare e i ragazzi e “affacciarli” su mondi che non sempre appaiono sui testi scolastici ma fondamentali per la cura del nostro pianeta.

giardi no work