Weaving the Wild a Patnership Building Experience!

Weaving the Wild, la tavola rotonda internazionale sui temi della Permacultura e della Transizione, si conclude con un bilancio decisamente positivo.

Nell’incantevole cornice del Parco Nazionale del Gargano ospiti dell’eco villaggio Giardino della Gioia, abbiamo trascorso una settimana, dal 27 maggio al 1 giugno, di intenso e proficuo lavoro tra splendide persone e una meravigliosa natura.

SAM_0618

L’associazione Paradiso Ritrovato, promotrice dell’iniziativa, grazie al supporto economico del programma Gioventù in azione, ha radunato 30 rappresentanti di organizzazioni europee attive nell’ambito della Permacultura, della Transizione, dell’Ecologia profonda e in generale della promozione e della pratica di stili di vita sostenibili.

SAM_0624IMG_7537SAM_0628IMG_7572

Sono state quattro giornate dense di attività. Abbiamo avuto modo di conoscere meglio le organizzazioni presenti e scoprire le possibilità di cooperazione e i punti di contatto. Per dare vita e forma ai nostri progetti futuri abbiamo utilizzato strumenti dinamici e creativi come il World Cafè, l’Open Space Future Projects e il Dragon Dreaming. Le attività si sono rivelate particolarmente efficaci anche grazie all’intervento diretto di alcuni partecipanti.

DSC_1011 DSC_1054 DSCF1015 DSCF1050

Solo per citare alcuni dei nostri ospiti: Incredible Edible Todmorden (Todmorden Incredibilmente Commestibile) dall’Inghilterra è uno dei progetti simbolo della cultura partecipativa e uno degli esempi di maggior successo di agricoltura solidale e di orticultura urbana. I cittadini di Todmorden sono liberi di fare “la spesa” nelle aiuole, nelle rotonde e nei luoghi incolti della città e raccogliere gratuitamente patate, broccoli, lamponi e mele. Incredible Edible ha oltrepassato i confini di Todmorden e di altre città inglesi e si è diffuso in Francia, Germania, Spagna, Canada e addirittura a Cuba e Hong Kong. Poco tempo fa è sbarcato pure in Italia con il nome di Incredibili Commestibili, per ora solo a San Bonifacio in provincia di Verona, poi chissà.

P1380317P1380321

L’associazione Gaia Alentejo, Centro de Convergência, grazie al suo attivo impegno ha reso il villaggio Aldeia das Amoreiras in Portogallo uno dei maggiori esempi del movimento della Transizione (guarda il trailer del film). Un esperimento per combattere la desertificazione sociale e ambientale. Una storia di speranza, ingegno e democrazia partecipata, una riposta concreta ai tempi tristi e incerti che viviamo.

Le comunità intenzionali di Tonndorf in Germania, Schweibenalp in Svizzera e quella del villaggio slovacco di Zajezova. Tondorf nei pressi di Weimar ha sede in un castello medievale e si prepara al meglio per offrire ai suoi abitanti più giovani l’opportunità di viaggiare e crescere confrontandosi. Schweibenalp è uno dei maggiori esperimenti di Permacultura sulle Alpi e dal 7 al 12 luglio ospiterà la conferenza europea del Global Ecovillages Network. Infine il villaggio di Zajezova nel cuore della Slovacchia, chiamato affettuosamente Zajezka dai suoi abitanti, è noto per la scuola di tradizioni popolari e per il progetto di ripopolamento dell’area che vede ora una numerosa popolazione di giovani famiglie e volontari da tutta Europa.

DSC02861P8010005-2DSCF0976DSC_0954

E molte altre organizzazioni altrettanto attive e piene di entusiasmo (visita il nostro blog per tutti i dettagli)

Unica triste nota di demerito va alle condizioni di degrado e inquinamento in cui versa la spiaggia di Torre Mileto, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, dove si trova il più grande abusivismo costiero d’Italia. Nove kilometri di costa trasformati in uno scenario desolante e impressionante che ha lasciato senza parole tutti noi dagli italiani ai nostri ospiti stranieri. Una zona dichiarata dall’Unione Europea Sito d’Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS) è un bene comune che appartiene a tutti e che tutti come cittadini europei abbiamo il diritto di preservare e difendere.

SAM_0666